o

Fonderia

Forni per microfusione (cera persa) riscaldamento elettrici

Forno per microfusione (cera persa) N 300/WAX

Griglie sul fondo

Vasca di scarico sul fondo

Cassetto per la raccolta della cera liquida

Questi forni per deceraggio sono previsti specificamente per il deceraggio con successiva cottura della forma ceramica. I modelli elettrici sono utilizzati al di sotto del punto d‘infiammabilità della cera durante il deceraggio. Questi forni per microfusione (cera persa) sono dotati di uno scarico riscaldato nel fondo della camera del forno che scende a forma d‘imbuto verso il centro. Le griglie in acciaio inossidabile sul fondo possono essere estratte per la pulizia. Sotto il forno per microfusione (cera persa) da deceraggio è disposto un contenitore in acciaio inossidabile a tenuta stagna dotato di cassetto estraibile che raccoglie la cera. Al termine del processo di fusione il forno continua il riscaldamento per sinterizzare le forme.

  • Tmax 850  °C
  • Forno a camera con porta orientabile ad apertura grande
  • Riscaldamento da quattro lati con elementi riscaldanti elettrici a dissipazione libera su tubi di supporto in ceramica
  • Scarico riscaldato nel fondo, regolato per mezzo di regolatore separato fino a max. 200  °C, per impedire in modo sicuro la solidificazione della cera uscente – Abilitazione del riscaldamento forno solo dopo aver raggiunto la temperatura di scarico per evitare un'otturazione
  • Vasca in acciaio inossidabile con griglie inserite per un caricamento piano
  • Costruzione autoportante ed indistruttibile della copertura, camera murata a volta
  • Bocchettone di sfiato nel tetto del forno per il collegamento di un condotto di uscita dell'aria viziata
  • Aperture per l'aria di alimentazione assicurano uno scambio di aria sicuro
  • Sono utilizzati esclusivamente materiali in fibra non classificati come cancerogeni conformi a TRGS 905, classe 1 or 2
  • Corpo del forno a doppia parete per basse temperature esterne
  • Basamento amovibile in dotazione (a partire da N 440 basamento stabile)
  • Primo selettore-limitatore di temperatura che deve essere impostato su un valore inferiore al punto d'infiammabilità della cera e che impedisce l'infiammarsi della cera durante il riscaldamento. La durata del processo di fusione della cera viene pre-impostata dal cliente. Terminato il processo, il selettore-limitatore di temperatura viene disattivato in modo che il forno possa passare alla fase di sinterizzazione
  • Selettore-limitatore della temperatura con temperatura di spegnimento regolabile per la classe di protezione termica 2 in base alla normativa EN 60519-2 per proteggere il forno e i prodotti da temperature eccessive
  • Applicazione definita entro i limiti delle istruzioni per l‘uso
  • NTLog Basic per controller Nabertherm: registrazione dei dati di processo con USB flash drive
ModelloTmaxDimensioni interne in mmVolumeDimensioni esterne2 in mmQuantità
maxPotenza termicaAllacciamentoPeso
 °Clargh.prof.hin lLARGH.PROF.Hdi fusione in lin kW1elettrico*in kg
N 100/WAX8504005304601007201130144057,5trifase340
N 150/WAX8504505305901507701130157089,5trifase360
N 200/WAX850500530720200820113017001011,5trifase440
N 300/WAX850550700780300870130017601515,5trifase480
N 440/WAX85060075010004501020146018751720,5trifase885
N 660/WAX85070085011006501120156019752026,5trifase1000
N 1000/WAX8508001000125010001580180024002540,5trifase1870
N 1500/WAX8509001200140015001680200025503557,5trifase2570
N 2200/WAX85010001400160022001780220027505075,5trifase3170
1Potenza allacciata, a seconda del modello del forno potrebbe essere superiore
2Le dimensioni esterne variano in caso di dotazione aggiuntiva. Dimensioni su richiesta.
*Per le indicazioni sulla tensione di alimentazione vedi pagina 79
 

Forni per microfusione (cera persa) riscaldamento a gas

Forno per microfusione (cera persa) NB 300/BOWAX Forno per microfusione (cera persa) NB 300/BOWAX

Il forno a camera della serie NB .. BOWAX è indicato per processi Flash-Fire, nei quali il forno caldo viene caricato con stampi a due piani. Per queste operazioni di carico e scarico il forno per microfusione (cera persa) è dotato di una porta sollevabile pneumatica, che viene azionata da un pedale. Dopo il caricamento la cera si fonde in brevissimo tempo. La prima parte della cera che fuoriesce passa attraverso la vasca integrata direttamente in un contenitore di raccolta posto sotto il forno per microfusione (cera persa) e viene raccolta in modo sicuro in una vasca d‘acqua. La parte di cera residua evapora nella camera del forno per poi essere bruciata in modo sicuro nella successiva post-combustione termica. L‘aria di scarico che così si forma viene fatta defluire dal capannone attraverso un camino di scarico e un tubo installato a cura del cliente. In caso di anomalia alla fiamma del bruciatore o di mancanza di gas, il processo viene interrotto.

  • Tmax 1000 °C
  • Dimensione standard con camera del forno da 300 litri, altre dimensioni su richiesta
  • Regolazione della temperatura completamente automatica
  • Post-combustione termica (TNV) con calotta di aspirazione (Ø 250 mm)
  • Bruciatore a gas per il funzionamento con gas naturale o gas liquido (LPG) con monitoraggio permanente tramite PLC
  • Sono utilizzati esclusivamente materiali in fibra non classificati come cancerogeni conformi a TRGS 905, classe 1 or 2
  • Porta sollevabile pneumatica con pedale e blocco elettromagnetico
  • Vasca di raccolta cera estraibile sotto il forno
  • Indicazione al raggiungimento della temperatura di caricamento
  • Applicazione definita entro i limiti delle istruzioni per l‘uso
  • NTLog Basic per controller Nabertherm: registrazione dei dati di processo con USB flash drive
ModelloTmaxDimensioni interne in mmVolumeDimensioni esterne2 in mmQuantità
maxPotenza termicaAllacciamento
 °Clargh.prof.hin lLARGH.PROF.Hdi fusione in lin kW1elettrico
NB 300/BOWAX10005507007803001010170030302100,0trifase
1Potenza allacciata, a seconda del modello del forno potrebbe essere superiore
2Le dimensioni esterne variano in caso di dotazione aggiuntiva. Dimensioni su richiesta.
*Per le indicazioni sulla tensione di alimentazione vedi pagina 79